Progetto di produzione e ricerca

 

Il 13 dicembre 2010 alle ore 16:30 il Corso di Decorazione B dell'Accademia di Belle Arti di Venezia inaugura, negli spazi del Magazzino3, un progetto espositivo dal titolo Elaborare il Lutto – Arte Orfana della Specie.

L’obiettivo della mostra è quello di evidenziare le peculiarità ed i possibili sviluppi di una produzione svincolata da precisi ambiti disciplinari e tecnici, com'è quella della Decorazione, nel contesto della formazione artistica contemporanea.

Il percorso progettuale che ha condotto all'esposizione è stato costruito attraverso una serie di appuntamenti seminariali che hanno sviluppato vari ambiti di ricerca: dalla riqualificazione del luogo espositivo alla produzione delle opere esposte attraverso le metodologie necessarie a una produzione anche di tipo industriale.

L'esposizione è quindi un'ottima occasione per verificare lo "stato dell'arte" in un ambito espressivo di difficile definizione: più che determinato, soltanto evocato dalla parola "decorazione" nel suo senso comune; questa parola, come scrive Gombrich nel saggio Il Senso dell'Ordine - Studio sulla Psicologia dell'Arte Decorativa, "è dunque divenuta un termine di gergo per alludere a un certo tipo di precedente e ha così perso quella connotazione precisa, qualunque fosse, che un tempo poteva rivestire. Fortunatamente è un errore pensare che quanto non si può definire non si possa neppure trattare. Se così fosse, non potremmo parlare né della vita né dell'arte"

L'obiettivo del progetto va ristretto, come detto, al solo problema della formazione di figure professionali svincolate dal primato di tecniche e metodi espressivi "puri" nel campo delle arti visive, come la pittura o la scultura, e non intende assumere come territorio di indagine la pratica decorativa contemporanea (se mai fosse possibile definirne i margini) nel suo complesso. Elaborare il Lutto - L'Arte Orfana della Specie si pone quindi come un contributo utile a definire, piuttosto, la complessità e la ricchezza della produzione e della ricerca nel solo ambiente culturale delle Accademie di Belle Arti in Italia.

L'attività di ricerca, svolta nel corso delle attività seminariali, si è articolata soprattutto su due principali filoni:

  • il primo ha riguardato il contesto di intervento, il Magazzino3, costruendo, da un lato, un progetto di riqualificazione dello spazio espositivo, dall'altro assumendo le condizioni fisiche e storiche dell'immobile come punto di partenza per la realizzazione di progetti che prevedono l'integrazione tra l'opera finita e alcuni specifici elementi contestuali come i muri, l'umidità, l'architettura, etc. I lavori di riqualificazione dello spazio espositivo, sul piano realizzativo, si sono concentrati soprattutto sull'impianto di illuminazione e sulla ridefinizione dell'impatto visivo della tensostruttura già presente nel Magazzino. 
  • Il secondo filone di ricerca ha affrontato il problema della produzione assumendo, oltre all’individuale poetica autoriale, la complessità dovuta all'interazione dei diversi contesti -sia fisici sia culturali o estetici- a cui è chiamato un artista nella produzione contemporanea. A tale proposito si è richiesta la collaborazione di alcune aziende nella produzione di una parte delle opere esposte: la MM Lampadari di Pederobba (TV), la Cuproom di Montebelluna (TV) e la Ribò del gruppo Vetrarti di Monastier (TV).

Al fine di realizzare un intervento duraturo e versatile anche sul versante dell'illuminazione si è richiesta la collaborazione di un’azienda leader nel proprio settore di produzione: iGuzzini.

Anche la parte progettuale relativa alla comunicazione è stata oggetto di una particolare attività di ricerca: è stato realizzato un video che riassume le cinque fasi dell’elaborazione del lutto sul modello di Elisabeth Kübler Ross, interpretato dalla giovane attrice Irene Giubilini. Il materiale video è stato poi utilizzato per realizzare i depliant e il materiale di comunicazione.

Scheda

Titolo: Elaborare il Lutto – L’Arte Orfana della Specie

Sede: Magazzino del Sale n°3

Inaugurazione: 13 dicembre 2010 ore 16:30

Periodo: dal 14 dicembre 2010 al 29 gennaio 2011

Curatori: Gaetano Mainenti e Atej Tutta

Artisti partecipanti: 

Daniele Babbo (Dandaddy), Neil Barbisan, Alessandra Biondi, Ludovico Bomben, Estevan Bruno, Giulia Buono, Valeria Buset, Damiano Fasso, Anna Fietta, Lea Jazbec, Micaela Leonardi, Nereo Marulli, Christian Piccolo, Francesca Piovesan, Elisa Sartori, Matteo Schenkel, Rossella Zancato

Vai all'inizio della pagina