Progetto
arTVision
Adriatic Live Art Channel
 

Communication network for Cross-border ART

SUMMARY OF THE PROJECT PROPOSAL

In compliance with the second call of the IPA Adriatic Cross-border
Cooperation Programme CBC IPA ADRIATIC 2007-2013
Priority 3, Measure 3.3

ABSTRACT DI PROPOSTA PROGETTUALE

Lead Partner: REGIONE PUGLIA
Direzione Area Politiche per la Promozione del Territorio, dei Saperi e dei Talenti

Cross Border Cooperation Programma IPA Adriatic 2007–2013
Measure 3.3 “Communication networks”: it aims at enhancing and developing information and communication networks and their accessibility as they are useful tools to exchange expertise.

"...Le persone amano soprattutto i progetti che rendono loro la vita più semplice”
John Maeda – Le leggi della semplicità

La comunicazione umana è quanto di più complesso ci sia. La comunicazione tra persone di diversa lingua tradizione e cultura lo è ancora di più. Attivare dialoghi tra comunità estremamente differenti tra di loro è quindi perennemente un obiettivo ambizioso. L’arte da sempre costituisce un mezzo empatico, pregnante e immediato di superamento delle barriere contingenti alla comunicazione globale. Per questo motivo intendiamo farne un uso strategico ai fini di una reciproca conoscenza e produttiva cooperazione trasfrontaliera.

FINALITA’ – Il progetto intende fornire risposte al bisogno di ricongiungimento e allineamento culturale tra i Paesi del bacino adriatico che se pur caratterizzati da notevole vicinanza geografica e detentori di analoghe radici antropologiche e antica storia comune, hanno subito una pluridecennale e drastica interruzione delle reciproche comunicazioni in conseguenza di eventi storici e politici a volte anche di natura bellica ed estremamente drammatici e infausti per il livello di sviluppo economico, culturale e tecnologico di alcune popolazioni. Vogliamo dunque colmare questo divario, anzi trasformarlo in opportunità comune di sviluppo creativo e promuovere in ottica di mainstreaming a tutti i livelli (istituzionale – politico – culturale – sociologico - economico – mediatico ) scambi di competenze, trasferimento di buone prassi e sperimentazioni congiunte nell’ambito delle politiche culturali più innovative. In tutto il mondo è infatti in atto un lento spostamento dalla produzione industriale a quella culturale. Le esperienze culturali stanno diventando esse stesse oggetto delle transazioni diventando il nucleo delle nuove economie emergenti. 

L’obiettivo generale del progetto è quello di aumentare la comunicazione tra i Paesi dell’area adriatica in termini quantitativi e qualitativi. Il progetto in particolare ha l’obiettivo di rendere strategico l’utilizzo della comunicazione audiovisiva e attivare metodologie innovative di pianificazione partecipata delle politiche culturali a livello istituzionale, coinvolgendo direttamente i decisori politici dei Paesi adriatici. L’obiettivo generale sarà perseguito realizzando azioni intese ad originare un linguaggio artistico condiviso tra le differenti culture dei Paesi adriatici, attraverso una piattaforma di media che sarà molto più di un sistema di informazione e che sarà inteso come sistema interattivo ed integrato basato sulla cooperazione a livello internazionale e sulla produzione artistica in tempo reale. Il riconoscimento delle arti e della cultura come aspetto chiave per lo sviluppo socio economico è alla base dell’idea del progetto. Di seguito alcuni degli obiettivi specifici più significativi:

  • Fornire strumenti metodologici e di comunicazione agli operatori e ai decisori politici del settore culturale, nonché agli attori istituzionali al fine di creare nuove opportunità per attivare percorsi di innovazione e pianificazione di nuovi scenari artistici e culturali attraverso il confronto diretto e la partecipazione creativa nella pianificazione di future iniziative congiunte – “Future Search Conference ”.

  • Coinvolgere direttamente un gruppo di circa 100 giovani artisti nella produzione sperimentale di nuovi format e contenuti multiculturali per “arTVision”, canale che viaggerà attraverso le strutture di comunicazione dei paesi partner, il web e i musei d'arte contemporanea, dedicato alle arti visive contemporanee (arte visiva, architettura, cinema, design, teatro, musica, danza).

  • Accrescere la comprensione reciproca, la cooperazione, la mobilità internazionale e il dialogo interculturale tra gli operatori specializzati nel campo delle arti visive contemporanee e dei 3000 studenti di Belle Arti provenienti dai Paesi dell’area adriatica;

  • Promuovere e supportare la realizzazione di un Consorzio Pubblico Transfrontaliero orientato a supportare e a gestire le iniziative di comunicazione di arte e cultura attivate durante il progetto in una prospettiva a lungo termine.

OBIETTIVO “arTVision” – Creazione di una infrastruttura mediatica e multimodale permanente di telecomunicazione internazionale che garantisca un flusso costante di informazioni di facile accesso ad una vasta fascia di popolazioni e utile a sperimentare congiuntamente e diffondere normative culturali efficaci, nuovi linguaggi comuni dell’arte contemporanea, nuove reti di scambi e di ospitalità reciproca tra decisori e operatori del mondo della cultura.

WP1 – Cross border project management and coordination
L’azione mira ad assicurare un corretto sistema di gestione e di governance operativa di tutte le azioni e dei partner di progetto. Sarà costituita una struttura di e-management e sarà formato uno staff tra i partner riguardante l’uso innovativo di metodologie comuni per facilitare un intervento internazionale nella gestione dei gruppi come il PCM (Project Cycle Management) and Open Space Technology – OST. Una metodologia recente ma già usata su scala mondiale e che si è dimostrata uno strumento chiave per promuovere la creatività, la partecipazione, l’innovazione e il lancio di nuove idee all’interno delle complesse questioni della cooperazione.

WP2 – Communication and Dissemination
Al termine del progetto saranno organizzate campagne di comunicazione e sarà istituito un network permanente che si occuperà di diffondere e sponsorizzare i risultati e gli output di progetto. Ogni "crew" locale rappresenterà un modello replicabile di “Info Point” supportato da un network istituzionale di decisori politici e stakeholder dei paesi adriatici costituito dall’inizio del progetto per supportarne i contenuti e la sostenibilità futura.

WP3 - Future Search Conference and Contemporary Cultural Policy - creative comparison
L’obiettivo dell’azione è quello di impegnare i decision makers e gli stakeholders locali su un percorso di confronto, cooperazione e scambio di good practices nel settore delle politiche culturali. Da questo confronto dovrebbero emergere una serie di raccomandazioni e temi prioritari sui quali sviluppare i contenuti e i programmi di arTVision ed avviare nuove forme di cooperazione culturale tra i paesi partner. E’ importante che il “Future Search Conference” – metodo di pianificazione partecipata – sia sostenuto a livello europeo e dovrà essere suddiviso in due momenti: interviste, incontri con gli stakeholders ed un grande meeting che coinvolgerà almeno molti partecipanti.

WP4 - START – arTVision – start up and management
Creazione di un nuovo canale, interattivo, gratuito, con una copertura che include l’Europa e l’area adriatica. Questo canale sperimentale darà origine ad un nuovo linguaggio artistico condiviso attraverso la creazione di un network di televisioni che forniranno un’offerta più ricca di quella del sistema informativo tradizionale. Si tratta di sistema integrato ed interattivo basato sulla produzione artistica in tempo reale.
Durante la fase sperimentale, verranno coinvolti circa 100 artisti (almeno 20 per ogni area partner) come diretti beneficiari, circa 2000 studenti provenienti dalle Accademie e dalle Università di Belle Arti. Destinatari indiretti dell’azione saranno le popolazioni del bacino adriatico e dell’Europa che usufruiranno delle trasmissioni del canale ArTVision. Quindi verrà costituita una Task Force adriatica divisa in working groups e che riguarderà specifiche iniziative sperimentali, performance artistiche e azioni di telecomunicazione al fine di salvaguardare e rafforzare il ruolo delle arti a livello internazionale e di promuovere nuove forme e modelli di comunicazione ed informazioni delle arti.

WP 5- Art in Port – Adriatic Floating Art Events
Promozione di iniziative di mobilità internazionale per i giovani artisti dell’Adriatico: l’azione è finalizzata all’organizzazione di una serie di eventi, mostre di arti contemporanee, nei più importanti porti delle città costiere delle Regioni e dei Paesi adriatici. 

WP6 - Crossborder Public Consortium arTVision – set up
Per garantire la sostenibilità dei risultati verranno realizzate una serie di attività riguardanti in particolare l’istituzione di un Consorzio Pubblico Transfrontaliero con il consenso di tutte le Istituzioni partner del Progetto.
Questo CPT sarà istituito ufficialmente attraverso un atto pubblico e lavorerà per assicurare sostenibilità politica, finanziaria e istituzionale e coprirà tutti gli aspetti relative alla gestione a lungo termine di arTVision dopo la chiusura del Progetto. Tale organismo immediatamente dopo la sua istituzione darà avvio ad azioni di mainstreaming e di promozione locale al fine di reclutare potenziali nuovi membri tra gli attori istituzionali di altri paesi europei o appartenenti all’area IPA.

Capofila: REGIONE PUGLIA - Area Politiche per la Promozione del Territorio, dei Saperi e dei Talenti

Partnership:

  • IT - Fondazione Pino Pascali Museo d'Arte Contemporanea

  • IT - VENETO REGION - Direction of cultural and performance activities

  • IT - ACADEMY OF FINE ARTS VENICE

  • MON - Ministry of Culture of Montenegro

  • MON - FACULTY OF FINE ARTS CETINJE

  • AL - Ministry of Tourism, Culture, Youth and Sports – Albania

  • AL - University of Arts –Tirana

  • HR - KANAL RI – Croatia

  • HR - County of Primorje and Gorski Kotar

Vai all'inizio della pagina